Una visione dal basso



"Che cazzo avete da leggere? Non avete mai visto nessuno umiliarsi?" (pietro.gallesio)
E non è facile indovinare il suo pensiero, anche se si tratta di me. Leggo e rileggo e decido di non lasciarlo scrivere mai più. Mi osservo le gambe, sono blu. E in qualche modo ricordano l'avorio. Tira una brezza leggera che scompiglia un po' i capelli e mi fa drizzare i peli sulle braccia. E se mi verso un po' di champagne nell'ombelico puoi bere anche tu, Gabrielle. Tu che non parli la mia lingua e domani mi dirai addio.
"Le nostre valigie logore stavano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevamo altro e più lungo cammino da percorrere. Ma non importa, la strada è vita." (Jack Kerouac – On the road)
Già… e se ci sforziamo di avere una visione dal basso avremo un mondo popolato da eroi.
Io ci credo.


Una visione dal bassoultima modifica: 2006-08-07T11:22:08+02:00da egidio.guerra
Reposta per primo quest’articolo

14 pensieri su “Una visione dal basso

  1. La vera “compassione” , nel senso etimologico del termine: cum patire, non è la pietà o peggio il pietismo facile e farisaico che odio con tutte le mie forze. E tuttavia spesso accade che si propina o si subisce questo secondo “sentimento”!
    Ciao. Ilia

Lascia un commento