Farina e polvere di vetro

Qualcosa sgorga dal centro del petto, a volte, e venendo fuori scalcia per assumere la forma che avremmo sempre voluto per noi. Discorsi e intenzioni, ululati alla sera e nocche sul muro. Si passa attraverso qualsiasi cosa pur di coprirci le spalle con la federa gualcita del nostro sogno o di quel che resta. Ricordo mia sorella, qualcosa come sette … Continua a leggere