Un momento speciale

65b6d5488a79494ec42883c49d515cbc.jpg

 

La giovinezza vien voglia di lasciarsela alle spalle il prima possibile e ci si acquatta silenziosi nell’idiozia che forse dopo le cose prenderanno una piega migliore, perché semplicemente saremo migliori noi. E la vita intanto se la ride. Scorre sotto le suole e s’ammazza tra lacrime e singhiozzi mentre noi ci affanniamo ad aspettare. Tutti col cappello in mano, ben abbottonati nei nostri cappotti ad aspettare qualcosa o qualcuno. E a volte sembra di essere in piedi da sempre. Il tempo è scorbutico e per nulla disposto al dialogo, ma conserva intatta la magia di una cosa che va, che procede, che non si ferma neppure se è il tuo momento speciale, proprio quello lì, il più specialissimo di tutti.

Un momento specialeultima modifica: 2007-12-05T19:10:00+01:00da egidio.guerra
Reposta per primo quest’articolo

20 pensieri su “Un momento speciale

  1. serena la latitanza dagli impegni, bella la vacanza, la fuga, il nascondersi, lo stare altrove quando tutto il resto sta dall’altra parte… la scommessa del voler far scorrere il tempo più velocemente perchè il raccolto possa essere migliore. E’ un’azzardo bello e buono con la vita. La vita quella se la ride comunque, perchè stà su un gradino più alto, sulle nuvole forse. Osserva sorniona dall’alto della sua astrattezza con un telescopio, la nostra partita a scacchi e tiene il tempo. Il Boidi

  2. …non voglio più avere vent’anni ed intanto me la rido con la vita, avrò trentun anni per sempre…lo prometto… e tu insegni che Cioran insegna: ”Il tempo mi è vietato. Non potendo seguirne il ritmo, mi ci aggrappo o lo contemplo, senza però mai esserci: non è il mio elemento. E invano anelo a un poco del tempo di tutti!”

  3. sono impiedi da una vita. l’autobus che aspettavo, mi dicono ora, non passa. ha girato alla curva precedente.è stato soppresso. non è mai partito. ha bucato. è passato mentre mi allacciavo le scarpe, leggevo un libro, starnutivo, davo indicazioni. e poi, la direzione giusta era quella dall’altro lato della strada. la vita è breve. ma la lunghezza di un minuto, dipende dal lato della porta del bagno in cui ti trovi. mi dicono.

  4. a volte siamo quelli che vanno, a volte quelli che aspettano. a volte quelli che vorrebbero ritornare a piantare i piedi in quel punto, proprio quello, dove sono stati per anni. a volte quelli che rimangono, ma si sollevano sulle punte per guardare più avanti. sai mai, dovesse arrivare qualcuno.. un bacio.

Lascia un commento